Le vere ricchezze del Network Marketing

Oltre al piano compensi

Con oggi apriamo una nuova serie di articoli, una categoria nuova chiamata "vere ricchezze".

Si, sono molto gasato!

Solitamente chi parla di network non racconta queste cose meravigliose, forse neanche le vive, eppure non c'è altro che conti di più!

È vero, ciò che sto per dirti non appare evidente al primo contatto con questo mondo, quindi le persone rimangono colpite soprattutto dalle prospettive economiche.

Oh, si, è molto gratificante guadagnare, in un solo mese, quello che la gente normale a volte neppure pensa di poter guadagnare in un anno o magari due. Certo, è bello e cambia la prospettiva ma poi scopri che non è la cosa più importante.

Guarda che non sto dicendo che il denaro non sia importante o che mi faccia schifo. A metà giugno del 1993 sono entrato in un network firmando un assegno di 60.000 lire e lasciandone quindi soltanto 5.000 sul conto. A quei tempi andavo a pulire le scale di notte nei condomini e guadagnavo un milione al mese. Beh, alla fine di gennaio del 1994 "ho beccato" un assegno di 11 milioni ed è ovvio che ho fatto i salti di gioia!

I soldi però vanno e vengono e comunque, per dirla nel modo più giusto, per me sono soltanto uno strumento e non un fine. Certo, ognuno è libero di vederla a modo suo: io comunque ho conosciuto veramente tanta gente che corre dietro ai soldi, persone anche con uno stile di vita "di successo" ma profondamente infelici e squallide.

ed ora lanciamoci oltre al piano compensi

le vere ricchezze del network
le vere ricchezze del network

Non credo di dover essere io ad insegnarti che ciò che tutti noi cerchiamo non sono gli oggetti in quanto tali, ma le emozioni che quelle cose ci procurano.

Nei miei seminari di auto motivazione, chiedo ai partecipanti cosa farebbero nel momento in cui guadagnassero abbastanza denaro per poter acquistare i loro "oggetti del desiderio". É normale vedere come si scatenano i fuochi artificiali, con (più o meno) la solita sequenza villa-Ferrari-vestiti-viaggi.

In realtà il bello viene dopo, quando chiedo loro perché li vogliono.

Ed eccoli lì che fanno veramente fatica a comprendere, e quindi ancora di più ad esprimere, che ciò che nel profondo desiderano è la sensazione che l'esperienza gli farebbe vivere.

Qui è meglio che non allargo il discorso altrimenti corro il rischio di produrmi in un pippone senza fine, perciò mi limito solamente a dirti un paio di cose.

Due punti che ti illumineranno i pensieri

correre dietro al denaro
correre dietro al denaro

Il primo:

non correre dietro al denaro

Raccontati tutto quel che vuoi, ma il denaro non lo puoi raggiungere, lui sarà sempre più veloce di te! Lo dicono gli americani, ed è vero in tutto il mondo. Ah, questo vale anche per gli oggetti ed il lusso: mai sentito parlare di shopping compulsivo?

Cosa fare? Mantieni il tuo "focus" su tutto ciò che è davvero importante: correttezza, trasparenza, onestà, sincero aiuto e supporto per gli altri, fai ciò che chiedi agli altri di fare...ma cheppalle!

Ma che dobbiamo fare come tutti? Allora il prossimo articolo sarà: "il decalogo di quel che bisogna fare", poi "i dieci comandamenti del network", "le 5 regole d'oro..", "essere il dio del network in 3 mosse"? Basta! Internet è già pieno di fuffa...

Siamo d'accordo che siano cose fondamentali, ma fanno già parte della buona educazione, e io non faccio il santone.

Pensiamo praticamente cosa fare nel network: fai le cose giuste, non pensare al denaro, il denaro sarà una conseguenza.

e il Secondo:

Il vero successo, per ogni singolo individuo, è vivere la vita che desidera.

Ma quanto sono banali quegli spot sul lifestyle del networker di successo... non sai quanta tristezza mi mettono... Te lo dico semplicemente, come fossi un tuo fratello:

Resta una donna libera, rimani un uomo libero! Non farti fare il lavaggio del cervello, non farti imporre schemi dall'alto. Non permettere a nessuno di giudicarti, facendogli decidere qual'è il significato della tua vita.

Scopri ciò che ti rende veramente felice e spendi la tua esistenza per raggiungerlo.

Dunque sarebbero queste le vere ricchezze del network marketing?

Può darsi che tu stia pensando: "Roberto, ma che mi stai facendo la paternale?"

Beh, no! Quel che voglio è indicarti come sfruttare il network marketing per rendere migliore la tua vita, visto che una delle più grandi ricchezze che puoi trovarci è la libertà!

Quel che ti dico, per me è come un pratico aiuto, tenendo in mente questi due punti fondamentali potrai sentirti ed essere davvero più vicino al mondo che vuoi.

Te lo dico con altre parole

Ti capita di passare ore bloccato nel traffico? alla guida oppure sui mezzi pubblici.

Cosa ti viene in mente? A me sempre la stessa cosa, cioè che

non siamo nati per perdere tempo in questo modo, che non è giusto, che la vita è preziosa.

traffico e pioggia
traffico e pioggia

Tuttavia, con una qualsiasi attività di tipo tradizionale non c’è via d’uscita! Ma tu sei comunque costretto a farlo perché, se non lo fai tu, non c’è nessuno che lo farà per te. ...che sofferenza.

La bellezza è che il network ti da la possibilità di spezzare il rapporto che esiste tra il tempo dedicato al lavoro ed il denaro guadagnato. (che è poi la condizione in cui vivono le persone benestanti)

Se decidi di farlo e sei disposto a pagarne il prezzo, potresti creare una grande downline, sviluppare altri leaders come te e arriverà il momento in cui le cose “andranno da sole” e ti ritroverai a guadagnare soldi anche mentre sei in vacanza.

Ma quanto è speciale il network marketing?

Ne abbiamo ampiamente parlato nell'articolo "come funziona veramente il network marketing?" (se te lo sei perso lo trovi qui), ma ora voglio ragionare su un altro punto:

il meccanismo alla base del network è sostanzialmente un "effetto leva"

infatti guadagni aiutando gli altri a guadagnare e mettendoli nelle condizioni di fare la stessa cosa quindi, col tempo, i proventi di un'attività seria costruita in modo sano posso crescere mentre al contrario diminuisce il tuo impegno.

Occhi aperti! Sto dicendo che è semplice, non che sia facile. Te la dovrai sudare e nessuno ti regalerà nulla.

Ma se ci riesci, ti sarai regalato anni di vita

Immagina di guadagnare in un mese esattamente la somma che solitamente guadagni in un anno, mantenendo il tuo tenore di vita attuale, ti ritroveresti in pratica con 11 mesi di vita gratis!

È tutto tempo in più da dedicare alle cose per te importanti, quelle che rendono la tua vita degna di essere vissuta.

Io questa cosa ci ho messo del tempo a capirla, soprattutto perché nessuno me l'ha mostrata e spiegata. Ma quando ho realizzato quanto fosse potente mi sono illuminato. Poi ne ho fatto uno straordinario strumento prima di tutto di auto-motivazione e poi di stimolo per le persone della mia struttura.

Ma tu a tutto questo ci stai già lavorando

Stai costruendo un tuo team?

Perché allora avrai sicuramente fatto questa esperienza: qualcuno dei tuoi incaricati punta un obiettivo, di produzione o di carriera, ma poi molla la presa e si giustifica dicendo che raggiungerlo un mese dopo non fa poi una grande differenza. Stai sereno che se non ti è successo, prima o poi ti capiterà!

e non c'è nulla di male, succede per un motivo semplicissimo!

Succede per un difetto di prospettiva, perché il tuo incaricato la vede dal punto di vista iniziale e non da quello d'arrivo e infatti cosa pensa?

"Cento o duecento euro in più questo mese non mi cambiano poi tanto la vita..."

Beh, se usi un po' di sana PNL e gli fai un piccolo intervento di reframing, gli consentirai di vedere che in realtà non sta rinunciando ai 100/200 euro di oggi ma ai 10.000/20.000 (da qui a 3-5 anni).

Aiutalo a mettere a fuoco le giuste cose! E a quel punto, che dici, potrai aspettarti un impegno maggiore da parte sua?

Se vuoi sfruttare tutta la potenza di questo meccanismo, ricordati comunque prima di tutto:

Sii sempre d'esempio, perché non puoi chiedere agli altri ciò che proprio tu non sei disposto a fare.

..sai una cosa? Mi rendo conto che ho soltanto grattato la superficie dell'argomento "Le vere ricchezze del network marketing" e di cose da condividere con te ne ho ancora tante quindi...

...te ne parlerò una prossima volta!